novità da "udine-friuli a 5 stelle"


Cultura ed educazione (Commissioni Municipali)

Proemio Forum Idee a raccolta Cultura ed educazione (Commissioni Municipali)

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Giampaolo Gottardo 5 anni, 6 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2069

    Giampaolo Gottardo
    Partecipante

    Sono Giampaolo non un attivista ma uno dei tanti iscritti a 5 stelle che se hanno qualche minuto libero volentieri lo possono dedicare a supporto dei colleghi in prima linea rispetto le istituzioni ed i Meet Up; da quanto sulla rete sono riuscito a percepire si formano commissioni formali a livello Municipalita’ e Regione che cosiderano proposte ma la formazione della proposta non sono mai riuscito a rilevare via internet per poter eventualmente dare qualche idea; approfitto infatti di quanto in discussione ora alla Municipalita ‘di Udine relativamente a Cultura ed Isruzione per fare la domanda: dove si puo’ leggere la proposta in fomazione da pare del nostro M5S a tale riguardo ed eventualmente anche a riguardo di altri temi?  Sarebbe utile appunto che il Meet Up di Udine attivasse un forum  per ogni argomento che viene raccolto in discussione dalla Municipalita’ in modo che si possa dare supporto ed anche qualche forum per generare  proposte da portare alla discussione in Comune. Saluti g

  • #2072
    Claudia
    Claudia
    Amministratore del forum

    Appena possibile posteremo il nostro programma elettorale analitico e sintetico. Con questa maggioranza sarà difficile metterlo in atto.
    Ciao.
    Claudia.

  • #2090
    Claudia
    Claudia
    Amministratore del forum

    🙂 ciao Giampaolo,
    ben arrivato!

    da parecchio tempo, in Italia, è diventato “norma” che governi chi vince, onori e oneri.
    questo in pratica significa porte chiuse alle opposizioni, un ruolo che in teoria è di controllo ma che in pratica, data la chiusura, viene utilizzato per la critica verbale.
    critica che troppo spesso scade nel gossip.
    analizzare e discutere il programma del 2013, con l’illusione di attuarlo, ormai sarebbe tempo sprecato.
    discuterlo per il prossimo futuro invece, potrebbe essere una buona motivazione per elaborare il prossimo.

    tutte le commissioni del comune, a eccezione di quella “statuto”, che si occupa di regolamenti, e la “verifica programma”, ruotano intorno al fabbisogno finanziario, che è il fulcro di ogni questione.

    la commissione non sostituisce il consiglio ma dovrebbe sviscerare gli argomenti all’ordine del giorno.
    l’ordine del giorno è deciso dal presidente (che di regola è della maggioranza) tranne nei pochi casi in cui la commissione viene concessa su richiesta di almeno due quinti dei consiglieri ma questo non significa che le proposte della minoranza vengano approvate, perché ogni commissario rappresenta gli stessi voti del suo gruppo in consiglio, quindi ottenere l’approvazione di una qualsiasi proposta che venga da parte delle opposizioni è alquanto arduo.
    è molto più facile che quanto loro propongono venga bocciato sia in commissione che poi in consiglio.

    tanto per dire, puoi leggere qui uno degli ultimi esiti.

    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 6 mesi fa da Claudia Claudia.
    • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 6 mesi fa da Claudia Claudia.
    • #2103

      Giampaolo Gottardo
      Partecipante

      ok ma scusa la mia ignoranza, da un lato ci sono proposte  che la maggioranza lancia a fronte di iniziative …. e che poi noi 5 stelle controlliamo, ma potremmo anche noi lanciare proposte che possono non importa fare comodo anche alla maggioranza ma che sono nella nostra direzione  di risolvere problemi o ben venga di attivare iniziative sempre nella direzione  del bel vivere  ovvero dell’ aprire orizzonti nuovi e piacevoli alla vita di noi animali umani; il lato economico non ci deve mai interessare  lasciamo pure che ne godano e ne cavalchino i partiti (la nostra sessione di controllo fara’ quanto sta facendo) ma ci deve interessare appunto recuperare il contesto di vita secondo il paradigma 5 stelle; pertanto se possibile presentare proposte che facciano comodo ai partiti ma ai fini di cui sopra facciamolo ed in fretta e do una mano.Dobbimo fare! la gente ha bisogno di sistemazioni  ed innovazioni e la Comunita’ locale deve sostenere queste necessita’ con protopizzazioni e se strategico con servizi pubblici.

  • #2106

    Giampaolo Gottardo
    Partecipante

    (avevo risposto ma mi sembra che non sia andato a buon fine e quindi riscrivo anche se piu’ succintamente); dicevo che mi scuso per l’ignoranza ma sebbene siamo minoranza in Municipalita’ potremmo anche noi introdurre proposte secondo i paradigmi 5 stelle ovvero ai fini di aprire alla nostra vita dimensioni di piacevolezza e di recuperare la piacevolezza di vita di noi animali umani perduta  senza interessarci del lato economico che demandiamo pure ai partiti approffitarsene ( la nostra sessione del movimento ne farebbe comunque il controllo); proposte a partire dal risanamento del contesto naturale ovvero l’aria che respiriamo, l’acqua delle falde e la terra delle coltivazioni: la Municipalita’ (la nostra Comunita’) potrebbe finanziare studi e realizzazione di protitipi con tecnologia locale da poi propinare alle personalita’ giuridiche ai fini di corredo nelle attivita’ produttive di queste ad impatto diretto ed indiretto zero; la Comunita’ finanzia le universita’ e qualche laboratorio annesso ( significa dare senso e concretezza all’ educazione) e poi verificata l’ efficacia impone ai soggetti produttori di inquinamenti di corredarsi dei rimedi prototipicizzati da ditte che poi li implementano  ripagando la Comunita’ dello sforzo finanziario sostenuto: la comunita’ puo sempre mantenere una certa partecipazione societaria.Esempio ditte che producono acciaio o che comunque usano combustione del carbonio per trarre l’energia per il processo produttivo dovrebbero corredarsi di raccoglitori e quindi separatori dei residuai che vanno in atmosfera e nelle acque di reffreddamento: la Comunita’ potrebbe proporre all’ univestita’ di studiare  sotto impianti con realizzazione di prototipi  modularizzati da mettere a disposizione di societa’ implementatrici ai fini di vendere ai produttori di inquinamenti per portare il proprio proccesso produttivo ad un impatto diretto ed indiretto zero; la stessa cosa per l’acqua e per la terra inquinata da diserbanti ed additivi che necessita ripristinare: tutto porta a sistemi innovativi a nuova cultura e nuovi impieghi ma per una vita migliore ed ad una cooperazione della Comunita’ con le persone giuridiche in essa che non si sentono sole ad affrontare il futuro ma spalleggiate appunto dalla Comunita’.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Comments are closed.